Come sapete a fine Maggio uscirà il libro “Correre è la mia vita”, scritto insieme al mio amico e collega di corsa Daniele Ottavi, più esperto di me in materia di scrittura.
Nel libro abbiamo raccontato la mia storia , stiamo ultimando le correzioni e devo dire che ne sono molto soddisfatto. Avete imparato a conoscermi nel tempo e sapete quanto sono timido e con poca voglia di raccontarmi, ma questa volta mi sono fatto convincere.

L’uscita ufficiale è il 24 Maggio ma è possibile acquistare il libro con un pre-ordine sul sito www.correreelamiavita.it, con la possibilità di ritiro sia presso la sede dell’editore a Milano, sia presso il mio negozio di sport a Roma…con tanto di autografo!

Se dovessi spiegare cosa racconta “Correre è la mia vita”, direi che il filo conduttore è la libertà, uno dei principi a me più cari e che mi ha da sempre caratterizzato. Correre è libertà, è entusiasmo, è gioia. La corsa è una passione che scalda il corpo e l’anima, che mi aiuta a superare i momenti difficili e che esalta quelli speciali. Nella corsa la parola Costanza è sinonimo di passione e non di imposizione: è un volere spontaneo, un piacere che non mi fa pesare quello che faccio. Ed è questa naturalezza, raccontata anche nel libro, che mi ha portato dieci volte consecutive alla vittoria della 100 km del Passatore e che mi ha visto tre volte campione del mondo nell’ultramaratona. E non solo.

Il libro descrive le mie emozioni nelle scelte prese e nei traguardi raggiunti nella vita come nella corsa, perché come mi ripeteva spesso mio padre: “Correre è vita”, la mia vita.

 

copertina_def_home

11 thoughts on “Il mio libro autobiografico – Correre è la mia vita

  1. Buongiorno, grazie a un caso fortuito ho avuto modo di conoscere le sue gesta e la sua biografia; desidero complimentarmi con lei per l’esempio di vita, quello di un vero Eroe non solo per i risultati raggiunti ma anche per l’eccezionale spirito e sensibilità

  2. Che bello non vedo l’ora di acquistarlo. Spero di trovarci qualche “suggerimento” per il Passatore visto che sei il massimo esperto in materia!!

  3. posso avere l’indirizzo dell’editore che passo a prenderlo
    stò a Milano
    grazie

  4. Giorgio come sempre è stato un vero piacere vederti e parlarti, ero alla tua presentazione a Faenza. Serata molto divertente tra l’altro, quanti aneddoti interessanti. Per me era stato un grande onore conoscerti e conversare con te la prima volta alla maratona di Rieti lo scorso novembre, e vederti ancora al termine della 50 km di Romagna…ho prenotato il tuo libro e mi è stato detto che potrò ritirarlo a Faenza, all’arrivo del Passatore (e ho richiesto, anzi preteso, la tua dedica). Spero che alle 4 o 5 di notte ci sia qualcuno in piazza ad aspettarmi, sempre se riuscirò a portare a termine la fatica! Intanto comunque sia ti auguro una buona corsa tra Toscana e la nostra Romagna!

  5. E grandissimo Giorgio XI !!! Sono finite le parole per celebrare le tue corse e la passione che ti fa macinare migliaia di km! Romagnolo ad honorem! Io invece ho portato a termine il mio secondo Passatore (su 3) anche se rimanendo in ballo fino alla 6,30 di domenica mattina…meno male che ho trovato la mia copia del tuo libro ad attendermi allo stand! La dedica me la sono fatta fare da quelli che ti hanno premiato più tardi. Il tuo libro si legge avvincente, molto tecnico ma anche ricchissimo di interessanti risvolti personali che ti rendono molto umano. Grazie Campione !

  6. Ciao ho ordinato il 25 maggio il libro, tra quanto mi arriva? perché ancora non mi è arrivato nulla e mi sembra molto strano!

  7. Ciao Grande Giorgio,o come preferisco chiamarti io RE GIORGIO! Ho quasi finito di leggere il tuo libro,e devo dire che non mi ha sorpreso per niente. Mi spiego,sei proprio così come ti immaginavo,una persona semplice e speciale che ha lottato e lotta contro ogni ingiustizia e si batte per la lealtà in ogni ambito. Grazie perché spero sia di monito per tante persone. Ho una foto fatta con te quest’anno dopo la maratona di Milano. È uno dei più bei ricordi che ho! Mi piacerebbe molto rivederti , e avere un un tuo autografo magari sul tuo bellissimo libro. Grazie per l’attenzione che mi vorrai dare.
    Giacomo Frassica – Milano

  8. Caro Giorgio. Non ti conoscevo fino a 2 mesi fa. Poi sono entrato nella mia libreria di fiducia e nel reparto dei libri sportivi mi è capitato tra le mani il tuo libro e ora sei diventato il mio mito. Ho letto sul giornale locale, io vivo a Trieste, che sarai a Udine domenica a correre la maratonina. Mi sono subito iscritto anche io nella speranza di conoscerti in carne e ossa e farmi autografare con dedica il tuo libro, magari dopo le premiazioni in quanto conto e sono quasi certo che sarai tra i premiati! a presto e… come cantava Eros …grazie di esistere!

  9. Ho letto il tuo libro, Giorgio , tutto d’un fiato.
    E’ bellissimo, perché non è un manuale di corsa, ma un manuale di sensazioni che si provano quando si corre e ogni podista ci si ritrova.
    Bravo.
    Non sono più una ragazzina , ho 57 anni e ho cominciato a correre a 48.
    Ho corso una decina di maratone, ma mi hai messo la voglia di provare il Passatore.
    Ce la farò e te lo farò sapere.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website