Ieri alle 15 sono partito da Firenze come faccio ormai da nove anni. Una gara che ho cominciato a fare per sfida, ma che ora è diventato un grande amore. Come sempre tanti dubbi, non mi sento mai sicuro, so che i problemi in una 100km sono sempre dietro l’angolo. I primi km questa volta sono stati facili, correvo con buone sensazioni. Più o meno fino al quinto km ero in testa, poi L’Ucraino che davo per favorito ha preso il via. Io ho provato quasi un senso di sollievo, ho pensato che si stesse “distruggendo” da solo. Ho continuato al mio passo senza forzare. Poi circa al 21km ho raggiunto Glyva, era stato fin troppo facile, ho pensato che fosse stato lui ad aspettarmi. Per circa 15km abbiamo corso insieme, poi ha preso il via e io sono andato in crisi, proprio lì dove gli altri anni spingevo a tutta per cercare di raggiungere il Passo della Colla. È stata dura  accettare quella crisi, una crisi profonda, ho cominciato a correre anche a 5′ 50″ al km. Il ragazzo in testa guadagnava minuti su minuti e ad un certo punto anche Herman mi ha raggiunto e staccato in pochissimi metri.  La crisi è continuata anche in discesa, non riuscivo a spingere,  era una corsa senza energia. Mi ripetevo di voler cercare di resistere che il terzo posto sarebbe stato più che onorevole, ma se mi avessero raggiunto altri atleti mi sarebbe andato bene, l’importante era arrivare. Poi notizie della crisi dell’Ucraino e dell’ottima corsa di Herman che continuava a guadagnare minuti su di me. All’incirca  ottantesimo km la svolta, ho sentito un guizzo di energia, ho provato ad aumentare ed è andata bene, il distacco da Herman è cominciato ad assottigliarsi,  ho cominciato a crederci e circa al 93 km c’è stato il sorpasso, a quel punto ho rallentato e ho cercato di godermi gli ultimi km. Gara sofferta, come non doveva essere, tempo alto, peggior tempo degli ultimi nove anni, ma tanta gioia… GRAZIE DI CUORE A TUTTI QUELLI CHE HANNO CREDUTO IN ME.

32 thoughts on “Il mio nono Passatore.

  1. Caro Giorgio,
    Complimenti per la tenacia e per la serenitá con cui affronti tutte le gare. É un onore ed uno stimolo leggerti e seguire le tue imprese.
    Con sincero affetto.
    Angelo

    • Grazie il calore di chi come te mi sostiene è per me molto importante e mi piace pensare che quindi abbiamo vinto insieme.

  2. Ciao Giorgio!
    E dire che a Biforco il tuo passo sembrava di gran lunga migliore degli altri due…
    Comunque sei un grande!

  3. Caro Giorgio, questa volta mi sono voluto godere la corsa e sono venuto a vederla, anzi a vederti. In maniera defilata, non volevo disturbare nè volevo che mi disturbassero. Conoscendo la tua condizione atletica non al tip per i problemi che hai avuto fino a febbraio, ma anche la tua classe e determinazione, ero convinto che sarebbe stata una grande gara. E così è stato. Vederti soffrire sulla colla, ma ancor di più nella parte iniziale della discesa, è stato inusuale. Ma proprio in quei lunghi momenti ho capito che stavi costruendo un finale alla Giorgio. La gara l’hai vinta proprio nel momento di crisi quando hai avuto l’intelligenza e la capacità di soffrire aspettando che passasse, senza aumentare spinto dall’ansia del distacco che cresceva. Poi quando hai ripreso la rotondità e la leggerezza nella corsa ho capito che il peggio era passato. In quel momento avevi 4′ di distacco, non sono bastati, non ti hanno piegato.
    L’arrivo è stata un’emozione forte, vederti felice nella fatica della vittoria, ma soprattutto sentire il pubblico di Faenza che ormai ti ha eletto a sindaco onorario, mi ha ripagato della trasferta “mordi e fuggi”. Non so come la pensi tu, ma questa è una delle tue vittorie più belle. Con affetto e stima, Gianni Migneco

  4. Grandissimo Giorgio, ho 46 anni e corro in maniera non regolare da 20 anni. Da bravo faentino andavo fin da bambino a vedere l’arrivo del Passatore. Sono diventato tuo fan gia’ dalla tua prima vittoria del Passatore al punto che mi hai trasmesso la voglia di partecipare anche a me! Quest’anno, mio secondo Passatore, arrivato al passo della Colla (verso le 20:15) mi dicono che non eri in testa, tuttavia chi aveva visto, aveva notato il tuo volto molto sereno e quasi sorridente a differenza di chi era in testa, molto piu’ sofferente di te! Arrivo a Brisighella (verso le 24:00) e un gruppo di ragazzi mi dicono che aveva vinto il ragazzo Ucraino: che dispiacere atroce!!! quando invece arrivai a Faenza e scoprii che avevi vinto te ho urlato dalla gioia! GRANDE GIORGIO!!!!!!!

  5. Grandissimo Giorgio, come sempre…quest’anno è stato il mio primo Passatore e avrei voluto tanto vederti e stringerti la mano, grande campione! Sono arrivato fino in fondo, dopo un lungo, sofferto viaggio quasi in sogno nella notte, di cui per sempre serberò il ricordo…mentre correvo pensavo che si trattava di una fatica assurda, ma già la domenica sera i miei pensieri andavano alla prossima edizione! Così spero di vederti lì caro Giorgio! Un abbraccio dalla Romagna

    • Ti capisco, quando si fatica i pensieri sono quelli, poi però rimane la soddisfazione. Complimenti per averla portata a termine.

    • Grazie Francesco, il tuo racconto mi emoziona, quest’anno ho avuto problemi dal trentacinquesimo all’ottantesimo, non credevo neanche io di vincere. Complimenti a te per averla portata a termine.

  6. Ciao Giorgio
    la bellezza dei limiti, della crisi, della vittoria. Continuo a chiedermi quanto deve esser stato motivante “mettere nel mirino” il numero 2 prima del sorpasso nonostante la crisi.
    La gara piu’ bella, nello sport, è sempre con se stessi .
    Un abbraccio per tutto, per la serenità con cui racconti, per l’eleganza con cui vinci-
    Eraldo

    • Grazie Eraldo, quando ero in crisi, nonostante in molti mi dicevano di “crederci”, io non pensavo di “farcela”. Ho comunque corso meglio che potevo, perchè al di là della posizione io sarei voluto arrivare… Poi quando all’ottandduesimo km, il distacco dal primo ha cominciato a diminuire, allora le motivazioni e un po’ di energia sono tornate.
      Un grande abbraccio anche a te e grazie per il commento.

  7. Buona sera Giorgio, sembra il racconto di un principiante, invece sono parole di un Grande!!
    Complimenti per la tua Grandezza e per il tuo animo così sincero.Chissà ti si potrà rivedere alla Pistoia Abetone, come una volta..

    • Grazie. Quest’anno no farò la Pistoia Abetone. In certi momenti mi sento ancora un principiante! :-) Spero in certo senso di rimanere sempre un po’ principiante…

  8. Ciao Giorgio
    Tu sei veramente uno dei più grandi. Noi stiamo in Svizzera, ma siamo gía venuto due volte per fare il passatore, solo per poter vederti

  9. Straordinario come sempre!

    L’anno scorso speravo tanto di vederti a seregno. Hai gia deciso se l’anno prossimo ci sarai?

    PS: prima o poi ti affianchero’, anche solo per un istante ai nastri di partenza…lo faro’!

    • Non ho ancora deciso quali gare farò il prossimo anno. Sarà un piacere correre insieme! Grazie! A presto.

    • Ciao. Di solito scrivo a caldo. L’articolo del Passatore l’ho scritto tornando da Faenza a Roma la domenica pomeriggio.

  10. Ciao Giorgio! Quest’anno ho avuto l’opportunita’ di “rincorrerti” lungo i 100 km della Passatore per la prima volta. Per me era importante arrivare e ho centrato l’obiettivo, con qualche lacrima di commozione al traguardo. Volevo poterti far leggere la stima ke ho nei tuoi confronti per il professionista che sei da anni e per il livello che sia come atleta che come persona rappresenti. Sei un talento! Ciao!! Giacomo

    *** Trial period expired. Please subscribe to the service. Antispam service cleantalk.org. ***

  11. Ciao giorgio, sei il piu grande.. la tua sincerita e spontanietà nel dire le cose ti rendi un vero campione… un saluto dai runners oristano.. :)

  12. Mondiali di 100 km…caro Giorgio anche quando non arrivi primo, vinci sempre tu. Sei un esempio per lo sport pulito. Ciao marco (mi hai fatto una dedica su due pettorali del passatore)

  13. Ciao Giorgio,
    mancano ormai pochi giorni al mio primo Passatore.
    Tutte le volte che vengo a Roma, passo dal negozio dove scherzo un po’ con Lidia e cerco di respirare il piu’ possibile quell’aria che sembra darmi fiducia in un’impresa della cui importanza e difficoltà ancora non mi rendo conto. Alle soglie dei 50 anni si pensa di non sorprendersi piu’, ma conoscerti è stata per me una grande sorpresa, non tanto per il campione che sei, ma per la tua umiltà e disponibilità che hai dimostrato nell’incoraggiare un incosciente che si e’ messo in testa di fare qualcosa piu’ grande di lui. Io ho cercato di fare del mio meglio per prepararmi anche se sono consapevole che mio malgrado non e’ stato abbastanza. Per questo ti dico grazie in anticipo perchè quando sarò in difficoltà e, sicuramente lo sarò, pensero’ a te e cercherò di rubarti un po’ di forza ed un po’ umiltà per arrivare a Faenza

    • Grazie Sergio, anche tu mi hai aiutato con il tuo entusiasmo e la tua voglia di fare. Vedrai il tuo Passatore andrà alla Grande!

  14. Ciao Giorgio..
    Purtroppo ho scoperto solo oggi che sabato eri a Faenza!
    Davanti allo studio in cui lavoro..
    Mi sarebbe piaciuto incontrarti!
    Per convincermi che non è impossibile pensarci alle ultra anche se ho appena 27 anni!
    So che devo lavorare molto ancora, i miei tempi non sono ancora buoni, ma mi diverto tantooo! Ma è difficile conciliare tutti gli impegni e dedicarsi alle “nuove” passioni..
    Al sunset running del 29 ci sarai?
    Un saluto!! E un grossissimo in bocca al lupo
    Giulia Tossani

    • Ciao, mi avrebbe fatto piacere provare a convincerti a correre il Passatore, perché sono convinto che è una bellissima esperienza!Alla Sunset running non potrò esserci. Grazie per l’in bocca al lupo, e in bocca al lupo anche a te per tutto!

      • Martedì 7 ho visto che ci sarà una presentazione del documentario sul Passatore di Davide Cassani a Faenza..
        Ti farai teletrasportare in Romagna?
        C’è la RIMINI Verrucchio tutta in salita sabato sera per la Notte Rosa nel caso non volessi fare un giro a vuoto!
        ;) In questo periodo ne trovi una ogni sera di gare accompagnate da ottime feste o sagre!
        Tante buone corse e buone cose

        • Ciao, sarebbe sicuramente bello vederlo, ma non potrò esserci. Grazie comunque per avermi avvisato. Buone cose anche a te

  15. Ciao grande Giorgio ho avuto il piacere di correre “insieme” a te in qualche gara sul litorale romano (“insieme” è un parolone, ogni gara mi davi mezz’ora)
    Il tuo sorriso ogni volta rappresenta la bellezza di questo sport, avanti tutta e DAJE CO STO PASSATOREEEE!!
    Ci vediamo a Rignano Flaminio il 14 Giugno, ho letto che ci sarai e rinuncerò ad ogni impegno per esserci!
    RUN RUN RUN

  16. che dire dopo l’ennesimo trionfo al Passatore?
    le parole e i complimenti li hanno usati tutti quelli che mi hanno preceduto…e tanti ne useranno quelli che avranno la fortuna di incontrarti di persona
    e allora ti lascio un semplice pensiero silenzioso, uno dei tanti pensieri di chi scorre nella testa di chi corre per gioco e divertimento e lo fa per il piacere di farlo senza l’ambizione di vincere “battendo gli altri” ma solo con la tenacia e il desiderio di ragiungere un traguardo..ognuno ha i suoi traguardi soggettivi che sono figli della storia di ognuno.
    tu la storia del passatore e delle maratone l’hai scritta e l’hai scritta con il sorriso contagioso che ti contraddistingue anche durante la corsa…sei l’esempio di quello che dovrebbe insegnare lo sport: raggiungere un obiettivo con tenacia ma sempre con gioia, passione e rispetto verso gli altri e verso sè stessi.
    probabilmente non avrò mai la fortuna di correre le gare che corri tu, ma anche nei semplici allenamenti e nelle gare amatoriali che farò, so di avere un esempio da seguire e che cercherò di raggiungere il “mio obiettivo” con lo spirito e la spontaneità con cui tu affronti i tuoi grandi obiettivi.
    grazie

    • GRAZIE! Sono super convinto che lo sport debba essere sinonimo di salute, lealtà, divertimento! Il fatto che tu l’abbia percepito da me e me l’abbia scritto mi rende felicissimo! Grazie ancora. Buone corse. Un abbraccio!!!

Rispondi a Rossella Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website