Una gara programmata da mesi, dove si è cercato di curare tutto nei particolari.
Un’accoglienza da sogno. Per due giorni mi sono sentito veramente benvoluto. Sono arrivato a Cosenza sabato 14 ottobre 2017 e subito ho trovato gli amici Carlo Berardi e Carmelo Servidio a farmi una splendida accoglienza. Mi hanno accompagnato in una scuola dove tanti ragazzi mi hanno accolto in maniera calorosissima, avevano palloncini colorati che rendevano il clima quello di una festa. Mi hanno ascoltato e fatto domande, poi foto e autografi. Il pranzo a base di funghi porcini sulla Sila, la corsa pomeridiana in compagnia di Mario Bernaudo e il convegno serale sui temi dell’alimentazione hanno reso la giornata ancora più entusiasmante. Il giorno dopo alle 10 il via della gara agonistica poco dopo il via della non competitiva. La diretta di radio sound con la musica e i palloncini lungo il percorso riempivano l’aria di allegria. Primo tre km in discesa 3’17”,3’09”,3’08”, poi il giro di boa con un po’ di salita 3’20”, 3’39”, 3’50”, 3′ 51″, poi il passaggio in paese 3′ 29″ seguito da un nono km abbastanza impegnativo fatto in 4′ 03″. Il mio Polar M 430 mi ha segnato 9,8 km , 34′ 19″ e una media totale di 3′ 30″ al km. La gara è stata “combattuta” e sono arrivato primo con poco distacco. I manifesti che ho visto nel paese con la mia immagine, molti premi con il mio nome così come la torta offerta nel pranzo finale con la mia faccia mi hanno emozionato tantissimo. La cosa più bella però è stata l’amicizia e la passione che ho respirato fin dal primo giorno del mio arrivo in Calabria.
Grazie Mangone, grazie alla prima maratonina madonna dell’Arco.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website